Rossignol Essential
 | 

Rossignol Essential: l’eco-sci che non rinuncia alla performance

Ghiacciai che si riducono, nevicate sempre meno consistenti, comprensori che ritardano le aperture durante le feste natalizie e prezzi degli skipass lievitati. È questa la fotografia, nuda e cruda, dell’ecosistema montagna, sempre più minacciato dal cambiamento climatico e da un turismo di massa che non bada alle conseguenze delle proprie azioni.

Il futuro degli sport invernali dipende anche da noi

In un’epoca di climate change il futuro degli sport invernali dipende dalla capacità di ridurre le emissioni nei prossimi decenni. La stessa Fis (Federazione Internazionale di Sci) si è detta pronta a tagliare il proprio impatto del 50% entro il 2030. I comprensori ipotizzano di ridurre l’orario di funzionamento degli impianti e rallentare la loro velocità. I gestori delle strutture turistiche si stanno attrezzando per proporre servizi attenti alla sostenibilità, mentre i territori montani sono pronti a mettersi in gioco per la salvaguardia delle proprie zone, creando iniziative e campagne di sensibilizzazione, come la Val di Sole che quest’anno ha stilato un decalogo per il perfetto eco amante della montagna.

E noi? Noi sciatori, professionisti e amatori, innamorati delle Alpi e degli Appennini, come possiamo proteggere un ecosistema oggi più che mai fragile e in pericolo? Come possiamo sciare responsabilmente senza arrecare ulteriore danno? Facendo scelte consapevoli e riducendo il nostro impatto sulle risorse ambientali. Non ci stancheremo di dirlo: è importante che ognuno di noi faccia la propria parte, impegnandosi attivamente per preservare l’ambiente in alta quota. Ridurre la nostra impronta ecologica significa scegliere la giusta destinazione e arrivarci in modo eco-friendly (avete letto del servizio di Trenitalia che in Frecciarossa + bus vi porta direttamente sulle piste?), compensando le emissioni prodotte con il viaggio e il soggiorno. Vuol dire mangiare prodotti locali, che aiutano tra l’altro l’economia del territorio montano. Significa preferire abbigliamento e accessori che consentano di ridurre al minimo il nostro impatto ambientale, come ad esempio la borraccia termica al posto delle plastiche monouso.

Essential: uno sci elegante, equilibrato e performante

Ma essere sciatori “green” significa anche avere ai piedi sci ecosostenibili, realizzati con materiali riciclati e attenti all’ambiente. Come l’Essential di Rossignol, un prodotto innovativo che nasce con un unico obiettivo condiviso: incoraggiare una nuova e più responsabile sciata in montagna. Progettato in Francia, è il risultato di un lavoro condiviso tra designer, ingegneri dei materiali, tecnici di produzione e specialisti del riciclaggio. Costruito utilizzando energia rinnovabile, è di origine biologica e riciclabile al 77%, ovvero un tasso di 10 volte superiore rispetto ad uno sci standard. Ma Rossignol Essential è un eco-sci che non rinuncia alla performance. È stato infatti studiato per offrire precisione, equilibrio e durata, per questo si adatta alla perfezione agli sciatori che amano “tirare” le curve deformando l’attrezzo. Con Essential prestazioni e qualità non mancano

Carlo Traini, direttore della “B ski school” della Bobbio Ski Area, ed Eugenio Marsaglia, direttore della scuola “Preskige” di Sestriere in Via Lattea, lo descrivono come “uno sci da slalom, che dà l’impressione di un prodotto di fattura artigianale, elegante ed equilibrato”. Sciare Essential non significa solo sciare sostenibile, significa anche prendere attivamente parte alla community Rossignol, accomunata da una visione di apertura e amore verso le attività outdoor. Il nome “Essential” non è casuale: è un invito a tutti gli amanti della montagna e della neve ad agire, a comprendere il ruolo essenziale che ognuno può avere secondo le proprie possibilità.

Ami il brivido? Sceglilo


Lo sci Essential definisce un nuovo standard ecologico, composto da:

  • 35% alluminio riciclato
  • 35% di legno
  • 7% di acciaio
  • 12% di materie plastiche
  • 5% di legno pregiato
  • 6% scarto minimo non recuperabile

Il segreto delle prestazioni dell’Essential invece è nella costruzione full sidewall con doppio rinforzo in titanal, un’anima in legno e una soletta sintetizzata ad alta densità. Non passa inosservato, poi, il suo profilo rettangolare che è in grado di offrire aderenza, precisione e potenza in curva. L’Essential non delude né in condizioni estreme né ad alta velocità. Se ami il brivido, sceglilo.

Condividi questo articolo

Articoli simili